Spazzolino Elettrico: Ecco Come si Usa Correttamente

Lo spazzolino elettrico può essere un dispositivo davvero molto utile per ripulire e curare denti e gengive.

Nel corso degli ultimi tempi, questo strumento sta sostituendo al meglio lo spazzolino classico grazie alla capacità di fornire risultati rapidi e immediati, dovuti ad una pulizia profonda e accurata. Le sue setole interne, unite a movimenti costanti e precisi, fanno in modo che possa essere rimossa un’elevata quantità di placca.

Numerose sono le tipologie di spazzolini elettrici in circolazione e bisogna saper scegliere il modello adatto ad ogni determinato contesto.

Ciò che conta è trovare il sistema giusto per ridurre al minimo i problemi che possono attanagliare i cavi orali, con la prospettiva di tornare ad avere bocca e denti sani e perfettamente funzionanti.

Di seguito, ecco come usare lo spazzolino elettrico seguendo una serie di parametri ben precisi, affinché sia possibile trovare lo strumento corretto senza troppa fatica.

Che Cos’è uno Spazzolino Elettrico

Prima di scoprire come usare lo spazzolino elettrico seguendo la procedura migliore, è necessario sapere di cosa si tratti.

Tale strumento viene adoperato soprattutto per ridurre al minimo i danni derivanti dalle carie, ma può servire in misura notevole per salvaguardare l’igiene dentale da ogni sorta di minaccia.

È dotato di una testina rotonda grazie alla quale è possibile pulire e lavare i denti in maniera delicata. La stessa viene assistita da una sequenza di movimenti oscillanti e rotanti, capaci di rendere la sua azione sempre più profonda.

Uno spazzolino elettrico punta su un alto grado di efficacia per rimuovere ogni traccia residua di alimenti, oltre a cancellare la placca batterica. Si contraddistingue per un utilizzo ad elevata comodità e per la capacità di donare nuovo smalto all’area masticatoria e agli spazi tra i vari denti. Per ottenere la massima efficacia, è consigliabile fare in modo che le setole agiscano direttamente su ciascun dente, con una spazzolata ben approfondita e a più riprese in corrispondenza di ogni pasto.

D’altronde, l’igiene orale è un elemento essenziale per riuscire a superare ogni situazione a dovere.

Bisogna rivolgere un’attenzione massima nei confronti di un elemento del genere per almeno due minuti al giorno, magari puntando su spazzolini elettrici con testine intercambiabili.

Queste ultime devono essere cambiare all’incirca ogni due o tre mesi (forse potrebbe interessarti sapere anche qual è il prezzo corretto di uno spazzolino elettrico), dato che in tale arco di tempo tendono ad usurarsi in maniera abbastanza evidente.

Se in questo periodo le testine sono ancora intatte, la pulizia dentale non è stata portata a termine nel modo migliore possibile.

box offerte spazzolini elettrici

Come Utilizzare lo Spazzolino Elettrico nel Modo Migliore

Uno spazzolino elettrico non è così facile da sfruttare come si potrebbe immaginare.

Infatti, in diverse circostanze, viene usato in maniera frettolosa e poco efficace, con i denti che non ricevono il livello di pulizia desiderato.

Di conseguenza, è necessario seguire poche e semplici regole per consentire a questo strumento di ripulire a dovere bocca, lingua, denti e gengive.

Dopo aver posizionato un po’ di pasta dentifricia in corrispondenza delle setole, è possibile porre la testina rotante sui denti e sulle gengive.

Quindi, lo spazzolino può essere attivato nel momento giusto, evitando che tracce di dentifricio possano schizzare verso l’esterno.

Secondo quanto affermato dai dentisti, per pulire al meglio i denti con uno spazzolino elettrico, è preferibile lavare e pulire le arcate dentali in quattro riprese distinte e separate.

Ogni ripresa coincide con una semi-arcata dentale, che deve essere pulita per almeno trenta secondi.

In questo modo, il cavo orale può usufruire di un’igiene sicura e duratura.

Quindi, l’apparecchio va appoggiato su ciascun dente e le setole vanno posizionate a contatto diretto con le gengive, riducendo al minimo i rischi di deposito della placca dentale.

Ad ogni modo, bisogna sempre ricordarsi che lo spazzolino elettrico richiede un certo criterio quando deve essere spostato.

Ciascun movimento non deve essere troppo rapido e poco accurato.

In questi due casi, il rischio di avere a che fare con una pulizia dei denti poco soddisfacente appare abbastanza concreto. Sarebbe preferibile agire con la massima pazienza e attenzione, trascorrendo diversi minuti al giorno per la cura dei cavi orali ed evitando di agire in maniera frettolosa.

<< CLICCA QUI PER VEDERE LE MIGLIORI OFFERTE DEL MOMENTO >>

Come Pulire la Zona Esterna dei Denti

Prima di tutto, lo spazzolino elettrico dovrebbe essere adoperato per una corretta pulizia della zona esterna dei denti.

Il lavoro inizia aggiungendo una dose adeguata di dentifricio sulla testina, per poi appoggiarla in corrispondenza di denti e gengive mantenendo un’inclinazione pari a 45 gradi. Massima cautela va attuata quando si lavora su molari, premolari e denti del giudizio, dato che la loro superficie non è liscia in maniera ideale ed è terreno fertile per la formazione della tanto temuta placca.

A questo punto, tocca spostare da sinistra a destra la propria testina, in maniera da adattarsi alla conformazione di ogni dente. Per quanto riguarda i denti anteriori, è sufficiente spazzolarli muovendo la testina dal basso verso l’alto, esattamente come un qualsiasi spazzolino classico. Naturalmente, non ci si deve dimenticare delle zone interdentali, con la testina che va inclinata di conseguenza per una pulizia completa e pienamente soddisfacente.

Come Pulire la Zona Interna dei Denti

Ora l’attenzione deve spostarsi verso la zona interna dei denti.

La relativa testina va fatta così oscillare in un’area così delicata, partendo dai molari e proseguendo con canini e incisivi. Quindi, l’arcata interna deve essere pulita nei molari dell’altro lato. In linea di massima, la superficie interna viene lasciata in secondo piano perché più complicata da pulire e poco visibile in caso di sorriso. Si tratta di un errore davvero molto grave, dato che i batteri sono capaci di provocare danni irreparabili in una zona all’insegna della placca e dello sporco senza confini.

Di conseguenza, ci si deve concentrare sulla zona interna dei denti e fare in modo che lo spazzolino elettrico agisca con meticolosità. Ciascuna impurità superficiale o qualsiasi traccia residua di cibo già masticato vanno rimossi a dovere. Con tali prerogative, placche e tartari possono diventare solo un brutto e lontano ricordo, affinché le carie e le infezioni dei cavi orali possono essere ridotte ai minimi termini.

Come Consentire ai Denti di Continuare a Masticare Senza Problemi

Chi ha intenzione di avere denti sani non può limitarsi alla pulizia della zona interna ed esterna.

Per portare a compimento una procedura ben curata, è necessario togliere ogni traccia sporca anche dalla superficie masticatoria, affinché sia possibile continuare a masticare in tutta tranquillità.

Si tratta di un’altra area molto pericolosa, dato che i molari e i premolari sono avvezzi all’accumulo di placche, tartari e accumuli nei vari avvallamenti delle punte dentali.

In tali circostanze, bisogna agire di conseguenza.

Lo spazzolino elettrico va applicato con precisione anche da queste parti, senza lasciare in secondo piano la porzione posteriore dei molari più nascosti.

Si parte prima dall’arcata dentale inferiore per proseguire con quella superiore, con la testina che deve arrivare in ogni singolo punto per garantire i risultati auspicati.

Come Ottenere la Massima Efficacia da uno Spazzolino Elettrico

Nel complesso, fare in modo che uno spazzolino elettrico riesca a raggiungere la piena efficacia non è così facile come potrebbe sembrare.

Non è sufficiente abbinare la testina con il relativo dentifricio per un’igiene dentale sicura e continuativa.

Insieme al dispositivo, è essenziale utilizzare a cadenza quotidiana piccoli accessori come il filo interdentale e il collutorio, senza dimenticare l’eventuale scovolino.

A tutto ciò, bisogna aggiungere la necessità di effettuare la detartrasi con una frequenza pari ad ogni sei o dodici mesi.

Si tratta di una procedura eseguita da ogni dentista, mirata alla rimozione della placca batterica al fine di ridurre qualsiasi sorta di infezione gengivale.

Ciò che conta è rendersi conto che uno spazzolino elettrico può essere un valido aiuto per denti sani e puliti, ma non può sostituirsi in maniera assoluta rispetto all’igiene dentale professionale e ai suoi autentici sistemi d’eccellenza.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply